Claudio Marco Clocchiatti

UFFICIO DIRETTIVO

SOCIO – PROJECT MANAGEMENT – COORDINAMENTO UFFICIO GARE

PERITO INDUSTRIALE
Specializzato nel settore dell’edilizia, conseguito presso l’istituto tecnico A. Malignani di Udine nel 1980.  Iscritto all’albo dei periti industriali e periti industriali laureati della provincia di Udine al n. 2310/86, membro della commissione sicurezza cantieri. Munito di attestato di frequenza al corso di formazione professionale per “Sicurezza ed ambiente di lavoro”(D.Leg.vo 626/94.) presso l’API di Udine. In possesso di attestato per coordinatore della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione secondo D.Lgs 81/2008 e s.m.i. allegato XIV . In possesso attestato per aggiornamento “nuova normativa sismica” o.p.c.m. 3274 e successive modifiche ed integrazioni.  In possesso attestato corso di formazione su entrata in vigore del D.M. 14/01/2008  “responsabilità e controlli da parte del D.L. sulle opere strutturali”. In possesso di attestati di frequenza  aggiornamento D.lgs. 81/2008.

BREVE CURRICULUM PROFESSIONALE
Dal 1976 al 1982 collabora alla ricostruzione post-terremoto, con un’impresa artigiana ed in seguito con la S.I.G.E.C.O. S.r.l di Magnano in Riviera, occupandosi di direzione cantieri e contabilità lavori in appalti pubblici e privati nel settore dell’edilizia civile ed industriale. Durante quel “particolare” periodo consegue il diploma di Perito Industriale edile. Nel 1982 opera con la CODELFA S.p.A. di Milano primaria impresa di costruzioni generali nel settore LIBIA, è impiegato presso l’ufficio tecnico per la realizzazione di grandi magazzini dislocati nelle principali città costiere. Dal 1982 al 1984 lavora con la Bonatti S.p.A di Parma, anch’essa primaria impresa generale di costruzioni italiana, opera nei cantieri in Sardegna e Veneto come capo cantiere e addetto alla sicurezza interna, il Committente è il Ministero della Difesa (costruzione di impianti petroliferi con fondi plurinazionali nell’ambito Nato). In particolare segue la realizzazione di un oleodotto servente la base Nato di Decimomannu e aeroporto di Elmas con ristrutturazione di serbatoi di grande capacità fino a 50.000 mc e la realizzazione di una stazione di pompaggio elettromeccanica, in seguito ristruttura il deposito carburanti fuori base dell’ aeroporto Base Nato di Aviano con bonifica “gas free” di serbatoi interrati e seminterrati, sia in galleria che fuori terra, tutti gli impianti meccanici sono in alta pressione e gli impianti elettrici sono antideflagranti. Dal 1984 al 1989 con la SITEL SA di Lisbona delegazione Italiana, è impiegato come capo commessa e direttore del settore progetti interno per i lavori del Veneto, gli appalti sono per il Ministero della Difesa (costruzione di impianti petroliferi con fondi plurinazionali nell’ambito Nato) in particolare svolge le funzioni di direttore di cantiere per la costruzione dell’oleodotto tra Montebelluna (TV) e Roveredo in Piano (PN) l’oleodotto interseca numerosi attraversamenti in sottopasso di grande rilievo come ad esempio il fiume Piave, Monticano, l’autostrada A27 etc. L’oleodotto serve la base Nato di Aviano e l’aeroporto delle frecce tricolore a Rivolto. Dal 1989 al 1992 collabora l’ impresa Marin S.p.A. di Udine, è capo commessa in vari appalti pubblici e in diversi settori (opere civili del Sincrotrone TS, centrale idroelettrica del Fulin, palazzine alloggi per l’Aeronautica Militare, ristrutturazione aree esterne di n. 22 aree militari in Nord Italia e realizzazione di n. 2 serbatoi ad asse verticale di grande capacità nel deposito carburanti di Ghedi). Dal 1993 al 2002 è Direttore Tecnico, di una società di costruzioni e servizi En.co.ser. S.r.l. di Treviso. Si è occupato prevalentemente di appalti pubblici e privati nel settore dell’edilizia civile ed industriale. Dal 2002 esercita la libera professione in qualità di progettista, direttore dei lavori, coordinatore della sicurezza in progettazione ed esecuzione ed è socio di una società di Ingegneria che si occupa prevalentemente di LL.PP.

ULTERIORI CONOSCENZE PROFESSIONALI
Esperto nei temi della bio edilizia, bio architettura, sostenibilità ambientale e temi connessi all’efficienza energetica degli edifici. Da molti anni appassionato dell’argomento, vanta una esperienza fondata sullo studio e sulla diretta sperimentazione degli effetti sulla vivibilità all’interno degli ambienti, sulla validità dei materiali così detti “alternativi”, sulla loro durata e manutenibilità. Ha progettato e diretto numerosi fabbricati realizzati con diverse filosofie e tecnologie. Con il passare degli anni le tecniche costruttive si sono sempre di più raffinate anche se molti “sistemi realizzativi” sono frutto di spinte commerciali che spesso non raggiungono gli obiettivi professati. Il punto di forza della progettazione attuale è determinata dall’ esperienza maturata in lunghi anni di costruzioni civili, industriali, meccaniche ed impiantistiche di notevole importanza sia sotto l’aspetto economico sia sotto quello strategico.

I commenti sono chiusi